PER NON DIMENTICARE: 27 AGOSTO…

Il 27 agosto del 1979 Fabrizio De Andrè e la sua compagna Dori Ghezzi, poi sposata nel 1989, vengono rapiti in Sardegna.
I due furono liberati dopo quattro mesi, dietro al riscatto di circa 550 milioni di lire.
Dopo la liberazione, Faber disse: “Noi ne siamo venuti fuori, mentre loro non potranno farlo mai”.
Fabrizio e Dori si costituirono parte civile contro i mandanti (Graziano Pietro Porcu, Pietro Ghera, Salvatore Marras, Pietro Delogu e Marco Cesari) perdonando invece i carcerieri e la manovalanza.
Dichiarò De André in una fase del processo: Capiamo i banditi e le ragioni per cui agiscono in quel modo, sebbene il reato di sequestro di persona sia tra i delitti più odiosi che si possano commettere.
La vicenda del sequestro ispirò la produzione artistica successiva del cantautore genovese.
Al sequestro, De André, dedicò il brano Hotel Supramonte, incluso nell’album L’indiano pubblicato nel 1981.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...