Nonostante le promesse Sappanico sempre più abbandonata nel degrado e tra rifiuti pericolosi. Il “gatto” Foresi e la “volpe” Mancinelli hanno raccontato le solite favole ai cittadini

Il 16 ottobre 2019 a Sappanico è andato in onda il solito spettacolo “teatrale” a cui questa Giunta “Pinocchio” ci ha abituato da quasi 7 anni.
Tante parole, e altrettante promesse, furono fatte dal Sindaco e dal fido Foresi nell’assemblea pubblica che si era svolta quel giorno nella Frazione.
Il “gatto” Foresi e la “volpe” Mancinelli rassicurarono tutti i presenti sul fatto che ormai la soluzione ai loro problemi era vicina e che entro la fine dell’anno sarebbero partiti i primi lavori di competenza comunale ed emessa l’ennesima ordinanza, la terza, per far eseguire i lavori che riguardano le proprietà private.
Ovviamente tutti intesero che per fine dell’anno si intendesse del 2019, ma forse abbiamo avuto tutti un fraintendimento visto, che a quasi 4 mesi di distanza, NULLA è più successo a Sappanico.
Sempre in quell’occasione la “Migliore” e “DonPerTutto“, personaggi che sembrano usciti appunto dalla penna di Collodi, diedero un crono-programma ben preciso per effettuare lavori di messa in sicurezza all’ingresso della frazione, nei pressi dell’impianto semaforico, dove da una decina d’anni i residenti convivono, come ormai noto, con una serie di edifici fatiscenti e con rifiuti pericolosi.
Uno degli immobili pericolanti è di proprietà del Comune che, dopo averlo nel 2009 pagato profumatamente ad un privato (più di 200mila euro per delle macerie!) NON ha mai provveduto alla sua demolizione per farci, come da tempo previsto, un parcheggio ad uso dei residenti.
In questi 4 mesi il “gatto” Foresi ha detto che: sono stati trovati i fondi per effettuare i lavori, aveva parlato con la Provincia, a cui è in capo la strada, per poter allargare la strettoia e che era quasi pronto il progetto, sic, per la demolizione del rudere comunale.
Non si è ancora visto nulla!
Nemmeno hanno avuto la briga di togliere i rifiuti pericolosi nella ormai discarica abusiva in cui si sono trasformati i ruderi, sia privati che comunali.
Sappanico è sempre più lasciata sola.
La domanda è sempre quella: per quanto tempo ancora devono vivere così i residenti di Sappanico lasciati nel degrado, nell’abbandono e nel rischio continuo?
I cittadini che subiscono questa situazione sono sempre più provati e sono davvero giunti al limite della sopportazione.
Prova ne è che per le festività natalizie si sono dovuti fare da soli un albero sulla discarica abusiva, e sopra i ruderi, per creare un’atmosfera per questa ricorrenza visto che nella grandeur della “volpe” Mancinelli NON era previsto nessun addobbo per questa parte di città.
Eppure i soldi spesi anche lo scorso anno dalla Giunta “Pinocchio” per gli addobbi natalizi sono stati cospicui, 350 mila euro, ma nonostante questo NON è stato previsto nessun albero e\o luce per Sappanico, come invece fatto in altre frazioni “amiche“.
Purtroppo questi anconetani residenti nella Frazione sembrano dimenticati dai propri amministratori.
Ancona è tutta NON solo il centro!
SBRIGATEVI.

Gianluca Quacquarini
Consigliere Comunale Ancona
https://gianlucaquacquarini.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...